9 giugno  - 10 agosto, 2012
BRENDAN FOWLER

Quando si parla di Brendan Fowler (1978, Berkeley, California) si inizia sempre dicendo che è conosciuto come musicita (per lo più ma non esclusivamente) sotto lo pseudonimo di BARR. Indipendentemente dalla tipologia di testata - una rivista d'arte coe Frieze piuttosto che un giornale culturale come Dazed / Confused - ogni articolo che lo riguarda, e che cerca di tracciarne un profilo, comincia sempre con il suo straordinariamente profondo coinvogimemtno nella scena musicale underground/D.Y.I/sperimentale.

Il suo progetto BARR era una forma di musica decostruita, composta da liriche cantate con il cuore in mano e performance iper-fisiche che annullavano lo spazio materiale e ideologico tra il pubblico e l'artista. Ma ora - alla luce del rilievo che sta sempre più acquisendo all'interno del sistema delle arti visive internazionale, anche grazie a partecipazioni a mostre prestigiose e all'approfondimento teorico cierca la sua pratica - sembra pronto per un cambiamento. Oggiè conosciuto come artista visivo che utilizza la musica nelle sue performance in parallelo e spesso insieme alla presentazione delle sue opere artistiche. Un linguaggio non deve escludere o spraffare l'altro. Le forme divergenti sono sempre connesse fra loto, creando alla fine una meravigliosa e soprendente fusione.